domenica 13 marzo 2016

Verdesalvia Pizza Gourmet, Pavia

A soli 30 km dalla bellissima Milano si trova la mia Pavia, cittadina universitaria molto vivibile che, come vi avevo già detto, da qualche anno a questa parte si sta risvegliando, complice la nascita di tantissimi locali trendy.
La città è frequentatissima da giovani universitari e molti ristoratori hanno deciso di investire finalmente nella cura di ristoranti gourmet in grado di soddisfare le più disparate esigenze e rendere il semplice momento del pranzo o della cena un'esperienza sensoriale da vivere con amici o familiari.
Naturalmente, sono contentissima di vedere la mia città natale così dinamica e ricca di nuovi posticini da frequentare!
Oggi voglio parlarvi di uno dei miei preferiti, Verdesalvia Pizza Gourmet, situato in pieno centro storico a due passi da Corso Garibaldi, dal Ponte Coperto sul fiume Ticino e dalla Basilica di San Michele.
Questo ristorante è molto carino anche dal punto di vista estetico ed è capace di mettere allegria persino nelle giornate più uggiose o nebbiose, tipiche della Piadura Padana.
La location, a stretto contatto con la bella San Michele, è davvero meravigliosa, fresca e fashion.
I proprietari sono ragazzi giovani che hanno unito le idee ed ideato menù particolarissimi ed accattivanti.
L'arredamento e la pulizia sono curati nei minimi dettagli e lo staff è giovane, preparato 
e disponibile.
Vi raccomando senza dubbio la prenotazione, specie nei week-end, quando il locale si vede costretto ad effettuare ben due turni serali (il primo dalle 19.30 alle 21.30 ed il secondo dalle 21.30 in poi) per la grande richiesta ed affluenza di persone!
Non preoccupatevi: nessuno vi metterà fretta o ansia e comunque due ore per cenare sono più che sufficienti.
Ricordatevi che siete a Pavia e che dopo cena ci sono tanti pub che meritano di essere visitati e che aspettano solo che voi proviate uno dei loro drink (ad esempio l'Irish Pub in Piazza della Vittoria che offre pinte di Guinness e Irish coffee secondo la tradizione irlandese o il gettonassimo Pozzo American Bar in Strada Nuova dove vengono preparati cocktails da urlo!).
Verdesavia è fratello di Puro Slow Burger (regno indiscusso degli amanti degli hamburger, davanti all'Università), Chalet Bistrot (paninoteca sfiziosa nei pressi del Policlinico S. Matteo) 
e del neonato Latteria Bistrot, ristorante per buongustai in Strada Nuova dei quali vi parlerò prossimamente.
Da Verdesalvia si viene per provare sapori forti ed unici: non fatevi trarre in inganno dalla parola "pizza", perché qui vengono servite in realtà vere e proprie focacce "bianche", impastate con il lievito madre, con sopra ingredienti particolari e ricercati.
E' possibile comunque richiedere l'aggiunta di salsa di pomodoro.
La classica Margherita è l'unica pizza vera e propria, creata con la passata di pomodoro, che sa però  essere ugualmente deliziosa anche nella sua forma tradizionale!
La pasta è soffice e morbida, a fermentazione naturale, croccante e profumatissima: fateci caso, non è la solita pizza!!
I prodotti sono freschissimi, home made e molto, molto sfiziosi: culatello di Zibello, acciughe di Cantabrico, gamberoni, gorgonzola DOP, cipolle di Tropea, pesto ligure, tonno pinna gialla, carciofi d'Albenga, capperi di Pantelleria IGP, pistacchi di Bronte, limoni di Monterosso...solo per citarvene alcuni!!
Da leccarsi i baffi sono le pizze Verdesalvia (con fiordilatte, salvia croccante e pomodorini pachino), quella con zucca, gorgonzola ed amaretti, quella con gamberoni di mare, polpa di granchio, cipolle di Breme caramellate, gocce di salsa senapata, quella al tonno nostrano con pistacchi di bronte e quella alla bufala campana, con pere e gorgonzola.
Avete già l'acquolina, vero?
Sul tavolo appaiono spesso le pizze del giorno ed il personale è molto attento a consigliarvi le proposte golose dello Chef, sempre creative: gli abbinamenti culinari sono estremamente unici ed è davvero impossibile resistere alle tentazioni presenti nel menù!
Osate, osate e osate perché il cuoco sa il fatto suo!
Strepitose anche le farinate, ideate su ricette tipicamente liguri: si va dalla classica farinata di ceci con patate, a quella con il gorgonzola, da quella di mare con gianchetti a quella con i carciofi di Albenga.
Ottime le farinate di grano, soprattutto quelle più particolari, al grana padano DOP ed ai porri; notevoli le creme ed i passati di verdure, i carpacci di mare e di terra, tris di verdure, burrata e cous cous ed insalatone che possiedono un tocco ineguagliabile.
Sì, perché da Verdesalvia vi saranno dati due menù: uno con le pizze, farinate e focacce e l'altro con altre numerose leccornie, adatti entrambi a soddisfare ogni palato ed ogni gusto.
Non dimenticatevi di segnalare in anticipo eventuali intolleranze alimentari: il cuoco sarà ben lieto di soddisfare le vostre esigenze.
Le focacce di Recco vi porteranno con il loro profumo ed il loro gusto nella terra Ligure: la pasta è sottile, leggera e croccante e gli ingredienti sono molto ben amalgamati tra loro.
Questa formula è molto digeribile e permette anche di scegliere successivamente un dolce senza appesantirsi troppo.
La mia preferita è composta da pesto ligure, pinoli, scaglie di grana, olive taggiasche e crescenza, ma anche quelle con tartufo DOP e mortadella e con culatello sono veramente eccezionali.
Ogni qual volta addento la  mia focaccia di Recco, chiudo e gli occhi e mi ritrovo teletrasportata sul lungo mare delle Cinque Terre, nella mia adorata Monterosso, pronta a godermi una bella giornata di sole o perdermi tra i sentieri di queste zone meravigliose del Levante ligure!
Adoro la Liguria e prima o poi riuscirò a scrivervi delle mie numerose vacanze in questa affascinante e selvaggia regione d'Italia.
 Da Verdesalvia ho assaggiato durante l'estate diversi tipi di insalate ed i carpacci, sia quello di salmone norvegese con mele renette sia quello di tacchino con miele e castagne: tutto super!
Come ormai sapete, i desserts sono il mio tallone di Achille: il menù dei dolci di Verdesalvia vi lascerà senza fiato!!Potevo non assaggiarne più di uno?!

Secondo me è bello andare in un locale e conoscere pressapoco i cibi che ci verranno proposti, prendendo informazioni da amici che ci sono già stati, dal sito internet del posto o anche dal tanto temuto TripAdvisor:la sicurezza di trovare prodotti genuini e di qualità, preparati con cura  e dedizione vi farà sentire subito a casa.
Inoltre, quando si varca la soglia di un ristorante già collaudato si ha la speranza di trovare sul menù anche qualche nuova combinazione di sapori e profumi in grado di solleticare l'interesse e la golosità dei più diffidenti:i menù di Verdesalvia variano spesso, ma certi piatti costituiscono il punto di forza del locale ed una garanzia per i più tradizionalisti ed abitudinari.
Insomma, tradizione ed innovazione sono da sempre un mix vincente in cucina.
Io sono innamorata dei dolci di Verdesalvia, soprattutto delle Cheesecakes, preparate secondo la tradizione americana: lamponi, frutti di bosco, cioccolato, castagne e caramello sono solo alcuni degli accostamenti proposti dallo Chef.
Veramente divine ed indimenticabili!
Ho avuto modo di mandare in estasi le mie papille gustative con la classica creme caramel,
 la torta al cioccolato e noci con gelato alla violetta, il tortino al cacao con cuore caldo di cioccolato, i diversi tipi di gelato prodotti con ingredienti sfiziosi (pistacchio di bronte, marron glaces...), il caffè gourmand, ovvero un caffè servito con cantucci e deliziosi maccarons e, dulcis in fundo....oltre al classico tiramisù, Verdesalvia vi propone il tiramipiùsu, una cottina composta dagli ingredienti del tiramisù con l'aggiunta di nutella!! 
Spaziale!!
Una golosona come me non può uscire da un ristorante senza aver provato i suoi dolci: io ci tengo molto a valutare un posto dalla passione e l'ingegno con cui lo chef prepara i desserts.
Molto gustose e delicate sono anche le birre artigianali di questo locale, nella versione chiara ed in quella ambrata: adoro la birra e questo ennesimo tocco di classe rappresenta un ennesimo punto a favore per Verdesalvia.
Verdesalvia coccola i suoi clienti assicurando quotidianamente cibo eccellente, ingredienti saporiti e pregiati e creatività nella composizione dei piatti.
Quando passate da Pavia non dimenticatevi di prenotare un pranzo o una cena qui: non ne resterete delusi e quando uscirete tornerete a casa con la voglia di ritornarci per sperimentare un altro piatto che avevate visto nel menù....Verdesalvia vi lascerà sempre completamente soddisfatti ed appagati.
I presidi slow-food a Pavia ed in Italia stanno prendendo sempre più piede e trovo sia lodevole esaltare i prodotti delle nostre regioni, facendo conoscere cibi di qualità anche quelle persone che purtroppo non hanno la possibilità di viaggiare spesso: in questo modo, non solo i turisti di tutto il mondo, ma anche un ragazzo di Torino che studia a Pavia, ad esempio, potrà gustare delizie tipiche della Campania, della Liguria o della Sicilia da Verdesalvia!
Dobbiamo essere fieri dei nostri prodotti e della nostra Italia poiché la nostra cucina è impareggiabile!
Non sono d'accordo con quelle persone che si professano "esploratrici golose" e dimostrano sempre ed immancabilmente disapprovazione affermando che certi prodotti regionali vanno consumati solo sul posto:
per fortuna, gli Chef ormai si spostano di località in località portando con se la merce locale e cucinano i piatti secondo le più antiche tradizioni culinarie della loro terra.
Locali come Verdesalvia possono vantare una consegna settimanale di prodotti di qualità che arrivano da ogni parte d'Italia: genuinità e freschezza non si discutono!
Nel 2016 il pesto alla Ligure può essere gustato anche qui a Pavia: certo, la location non è proprio la stessa, in quanto mancano sia il mare che i suoi profumi, ma la bontà del prodotto non può essere messa in dubbio!
Penso che queste persone, alla fine, siano solo molto infelici e tendano a criticare qualsiasi cosa, qualsiasi novità e qualsiasi piatto proprio perché prive di fantasia e di voglia di mettersi in gioco.
Sono le stesse che dicono di odiare Pavia e mettono in cattiva luce ogni aspetto di questa città, ma non fanno nulla per collaborare attivamente e migliorarla, dando una mano nel proprio piccolo per renderla sempre più pulita e godibile.
Non abbiamo bisogno di questa gente criticona!
Pavia è bellissima e vi parlerò ancora di lei, delle sue bellezze, di noi pavesi e dei suoi deliziosi locali.
Complimenti sinceri ai proprietari di Verdesalvia Pizza Gourmet per aver realizzato un posticino così di successo, moderno e senza precedenti che ha reso la mia Pavia ancora più incantevole e meritevole di essere scoperta.
Avanti così!!

domenica 21 febbraio 2016

California Bakery, Milano

Questo locale situato nella super trendy Corso Como (a Milano ci sono altre sei sedi!) è davvero un paradiso per tutti i golosi!
Conoscete il famoso sito buzzfeed.com?
Io seguo spesso Buzzfeed su Twitter ed ero rimasta incuriosita da uno studio effettuato proprio da questo gruppo: mangiare un cupcake fa stare meglio di un'ora in palestra!
Interessante e piacevole, vero?
In effetti, non essendo un'amante dello sport, ma adorando i desserts questa frase non può che rallegrarmi!!
California Bakery ha, da qualche anno a questa parte, letteralmente conquistato il capoluogo lombardo: aperto nel 1996 in un negozio di C.so Concordia si sono espansi capillarmente in altri punti di Milano.
Quando mi trovo a Milano adoro frequentare la zona modaiola che da Corso Como arriva fino a Corso Garibaldi, passeggiando fino ad Eataly, di cui un giorno vi parlerò e curiosando tra le varie boutique: spesso mi trovo a sognare con il naso all'insù, fissando gli attici del Bosco Verticale.
Chissà che vista spettacolare da là in alto!
Il locale di C.so Como era una ex tipografia e poiché si trova in una delle zone più chic e mondane del capoluogo lombardo ha una frequentazione internazionale.
Non è per niente raro sedersi da California Bakery ed imbattersi in persone dalle nazionalità più disparate:i turisti che affollano Milano sono tantissimi ed è impossibile non restare affascinati dalle vetrine accattivanti di questo locale!
Dolci, ma anche panini golosi, muffin, bagels, cheesecakes, apple pies, pancakes e torte salate particolari riempiono la scena:perché non entrare e sperimentare buona parte di questo ben di dio?!
Una volta provate le varie prelibatezze di certo desidererete ritornare al più presto per sperimentare nuove delizie!!
Questo posticino si sviluppa su due piani, uno dei quali soppalcato e con travi a vista:è aperto dalle 8 a mezzanotte e rappresenta l'ideale per fare colazione, per un pranzo veloce, per uno spuntino di metà pomeriggio o semplicemente per mangiare un gustoso boccone prima di andare a nanna!
Insomma, da California Bakery non uscirete né affamati né delusi, ve lo posso garantire ed i prodotti sono tutti rigorosamente fatti in casa e di qualità.
Siete amanti degli U.S. e della pasticceria americana?
Questo è il posto che fa per voi, perché i piatti sono preparati seguendo passo per passo le ricette made in USA.
Le torte proposte dai pasticceri sono da acquolina costante: German Cake con cioccolato, cocco e noci pecan, la Devil con frutta fresca(disponibile sono nei week-ends), la libidinosa Banoffee, la super torta di carote, la mitica Red Velvet....insomma, una festa per le papille gustative!
E che dire del brunch domenicale?
Sembra di trovarsi davvero negli Stati Uniti, di ritorno da una messa Gospel 
e pronti per fare il pieno di energie per il resto della giornata: pancakes, uova strapazzate, uova alla benedict, hamburger e patatine, bagels, pancetta, omelettes, salmone, insalatone.
Il brunch è molto frequentato ed è molto sostanzioso, servito dalle 11 del mattino alle 5 del pomeriggio: provatelo, passerete una domenica davvero alternativa!
Panini così buoni, ben imbottiti e saporiti li ho assaporati in davvero pochi luoghi e la qualità delle materie prime si sente tutta, a partire dal primo morso.
Visto che a Milano la parola d'ordine è sempre "moda", un super evento a cui partecipare (meno caotico, simpatico e da molti considerato più chic del brunch) è l' "Afternoon Tea & Late Night", servito dalle 4 del pomeriggio a mezzanotte, ogni giorno della settimana.
Si può provare nella versione inglese, very british e traditional, per tutti gli amanti del mondo anglosassone ( scones, tramezzini, tè, frutta fresca, cupcakes, torta, pasticcini) oppure nella versione italiana, dove gli scones vengono farciti con salmone scozzese e burro chiarificato, il tutto innaffiato da un buon prosecco.
Una merenda indimenticabile, adatta in qualsiasi stagione dell'anno e l'ideale per trascorrere del tempo con le amiche in un locale pulito, accogliente e grazioso!
Inutile dire che io ho preferito ed apprezzato maggiormente la English Version, che mi ha riportato con la mente ad un pomeriggio di pioggia trascorso gustandomi un tipico afternoon tea londinese nella zona di Belgravia, 
dalla mitica Peggy Porschen.
Non la conoscete?Vi porterò presto a Londra per presentarvi i suoi magnifici dolcetti!
Ottimo il caffè americano aromatizzato e tutta la varietà di tè e bevande che potete degustare da California Bakery: la pasticceria è una materia importante, da studiare in maniera molto accurata, soprattutto la parte pratica!
Strepitose e ricche le colazioni, indispensabili per iniziare la giornata con una carica potentissima!
Di recente ho avuto modo di assaggiare delle deliziose polpette di Quinoa, verdura mista e club sandwich alle verdure: appuntamento daily green imperdibile per tutti gli amanti di pranzi salutari!
Sì, perché da California Bakery hanno trovato posto anche ricette vegane e vegetariane.
Lasciatevi consigliare e tentare dalle premure dello staff, molto cordiale e disponibile e non dimenticatevi di comunicare eventuali allergie o intolleranze alimentari: 
California Bakery pensa solo a farvi stare bene e deliziare i palati più esigenti.
Questo forno produce prodotti con amore!
Interessanti gli appuntamenti a cadenza settimanale per gli amanti dei laboratori di cucina!
Il Cooking Lab curato con meticolosità da chef e pasticceri vi farà tornare a casa con la voglia di sperimentare nuovi piatti golosi!
Da California Bakery si festeggiano, naturalmente, tutte le feste made in U.S. come il Thanksgiving ( pumpkin pie autunnale da sballo!) ad esempio!
Il locale è molto suggestivo anche durante le festività natalizie, con cupcakes 
e dolcetti coloratissimi!
Tantissime anche le iniziative di beneficenza: mi ricordo di aver partecipato a quella dei Brownie al pistacchio!
Per ogni brownie consumato si poteva aiutare la fondazione Arché Onlus, a favore dell'infanzia e dell'adolescenza.
Io ho promosso California Bakery a pieni voti...non vedo l'ora di tornarci!







sabato 13 febbraio 2016

Al Volo, cibi da strada, PAVIA

Pavia è la mia città natale e da qualche anno a questa parte si è molto evoluta dal punto di vista culinario: è una splendida città universitaria che offre molte location interessanti, sempre up-to-date per quanto riguarda prodotti di qualità, presidi slow food, street food, piatti gourmet e combinazioni interessanti per vegani e vegetariani.
Complice il fatto che sia approdo per studenti da ogni parte d'Italia e del mondo, Pavia è finalmente diventata territorio all'avanguardia per tutto ciò che riguarda i prodotti di qualità a livello regionale e non.
Oggi voglio parlarvi di un posto trendy molto carino che ha aperto i battenti a due passi da Corso Cavour, precisamente in via Parodi al numero 3: 
"Al Volo, cibi da strada".
E' gestito da due ragazze giovani, molto simpatiche che mettono anima e corpo in tutto quello che fanno: la passione per il cibo e per la gente è il loro motore 
e le spinge a dare sempre il massimo e ad inventare nuove ricette davvero prelibate, capaci di conquistare anche i palati più esigenti.
Non appena entrerete in questo locale in pieno centro storico a Pavia resterete stupite dalla pulizia e dalla grandissima lavagna che elenca una quantità pazzesca di panini, piatti del giorno, tartare, carpacci, bruschette e mille altre sfiziosità, compresi vini e birre a km zero e realizzati con materie prime ricercate.
I prodotti sono eccellenti, spesso biologici e qui ogni regione della nostra bella Italia la fa da padrona: burrata pugliese, pesto ligure, cipolle di Breme, pistacchi di Bronte, cioccolato di Modica, birra e vini dell' Oltrepo Pavese, giardiniera vicentina, acciughe del Cantabrico, specialità campane, toscane e chi più ne ha ne metta!
E vi ho elencato solo una minima parte delle eccellenze d'Italia più utilizzate 
dalle ragazze di "Al Volo"!
Impensabile venire qui solo una volta, perché le novità culinarie da sperimentare sono tantissime e la creatività delle chef sarà pronta a sorprendervi in ogni momento!
Lasciatevi consigliare e guidare nel mondo dello slow food e street food da Laura e Roberta!
La qualità delle materie prime si può sentire fin dal primo assaggio e ci sono accostamenti davvero golosi con i più disparati ingredienti.
Vengono ideate quotidianamente nuove stuzzicherie, anche per vegani, vegetariani e persone con intolleranze alimentari.
Qui non troverete solo panini sfiziosi, ma anche bruschette, piatti di pesce, salumi o carne preparati al momento davanti ai vostri occhi:
 i dolci sono naturalmente molto squisiti e cambiano di volta in volta.
Interessante anche la formula happy hour: le proposte delle chef sono sempre da leccarsi i baffi.
Non esitate a chiedere loro suggerimenti!
Ambiente giovane, cordiale e con proposte accattivanti.
Finalmente un locale alla moda, dove consumare un pasto veloce ma di qualità a Pavia: sì, perché panino o bruschetta non sono più sinonimo di cibo semplice, privo di creatività.
I prodotti di "Al Volo, Cibi da Strada" sono una cosa seria, imbottiti con ogni ben di dio.... provare per credere!
Quando fuori non fa tanto freddo, è possibile prendere la propria ordinazione ed andare a consumarla ad esempio nei giardini del nostro bel Castello Visconteo, nei giardini della nostra Università oppure sul viale lungo Ticino e godersi una bella giornata di sole degustando sapori unici.
Un panino ripieno di cavolo rosso, würstel, maionese fatta in casa vi porterà con la fantasia in Germania, mentre una bruschetta con pesto, crescenza e pinoli vi teletrasporterà direttamente in Liguria!
Altrimenti potete consumare il vostro pasto direttamente nel locale, chiacchierando con le due esuberanti titolari o facendo amicizia, scambiandosi consigli sulle novità di "Al Volo".
Se venite a Pavia non potete non lasciarvi tentare dalle golosità di "Al Volo"!
Non vedo l'ora di ritornare al più presto per assaporare nuove ghiottonerie e gustarmi una buona birra di chissà quale regione d'Italia!
Finalmente anche qui lo street food viene concepito come pasto veloce che impiega solo ingredienti pregiati e genuini!!
Buon Appetito!

sabato 16 gennaio 2016

Eatmosfera, Amsterdam

Vi ho già detto e ridetto che noi italiani siamo molto selettivi quando si tratta di buona cucina,vero?
Non potrebbe essere altrimenti!!
La nostra tradizione culinaria,d'altronde,parla da sola.
Amsterdam è fantastica perché come tutte le città cosmopolite ha dato l'opportunità a persone provenienti da tutto il mondo di aprire ristoranti 
che offrono le specialità tipiche del loro paese e delle loro tradizioni.
Ho riscontrato che è ormai difficile mangiare male all'estero (per fortuna!)
 e mi accorgo quanto sia bello sperimentare nuovi sapori e raggiungere un certo grado di intimità con la cucina locale.
I passa parola tra gli amici,i consigli di chi vive in città,le informazioni che trapelano sui social network e sui siti di recensioni hanno fatto di tutti noi un esercito di viaggiatori preparatissimi e desiderosi di sperimentazioni.
Rembrandtplein ad Amsterdam è piuttosto turistica ed è difficile destreggiarsi tra i numerosi pub e ristoranti della zona:quale sarà la scelta giusta?
Si tratta di una piazza circondata di caffè,birrerie,coffee shops certo,ma è anche uno dei principali centri della vita notturna della città.
Noi abbiamo alloggiato lì vicino,all'Albus Hotel di cui vi parlerò in un altro post  e quindi abbiamo avuto modo di scoprirla giorno per giorno.
Siete vicinissimi alla cintura dei canali e ad uno dei più romantici:
il Reguliersgracht.
Dall'angolo dell'Herengracht si può godere una delle vedute più celebri di Amsterdam:la bella prospettiva dell'infilata di sette ponti che scavalcano il canale.
Meraviglioso ed indimenticabile!
Purtroppo le foto in notturna non rendono lo spettacolo messo in scena ogni notte dalle luci dei canali,dalle case e dai loro riflessi!
Però almeno potete farvi un'idea di quanto sia colma di paesaggi suggestivi e struggenti questa città!
Voglio consigliarvi un ristorante italiano autentico che non vi farà rimpiangere le prelibatezze della nostra cucina: non lasciatevi scappare Eatmosfera.
Il locale non è grandissimo,ma è molto carino,gestito da ragazzi toscani molto simpatici e professionali che sapranno viziarvi,dall'antipasto al dolce.
Lo staff è veramente molto competente e soprattutto attento alla sua clientela.
Interessante la carta dei vini e le proposte che si riferiscono alla proposta dello Chef (piatti del giorno).

Ottimo rapporto qualità prezzo.
Il cibo è tutto rigorosamente home made e palato,occhi e naso lo riconoscono

immediatamente!
Buone le pizze,di vari tipi ed anche particolari,compresa quella giornaliera proposta dal cuoco.
 La pasta fatta in casa,i ravioli,la carne ed il pesce non sono da meno.
I dolci sono altrettanto gustosi.
Sapori genuini,che ci fanno immediatamente tornare alla mente qualche esperienza vissuta a casa nostra:la cucina di Eatmosfera non si discosta poi molto dai piatti delle nostre mamme o delle nostre nonne!
Tutto è cucinato alla perfezione e già dal nome delle pietanze si evince come lo Chef sia una persona creativa,sempre in evoluzione:sa combinare i sapori della tradizione con ingredienti ricercati e di qualità.
I prodotti provengono naturalmente dal nostro BelPaese e costituiscono un marchio di garanzia e genuinità.
Il ristorantino resta un pochino nascosto,specialmente nella stagione fredda,quindi armatevi di mappa o navigatore per non perdervi nelle mille stradine caratteristiche di Amsterdam!
Quando fa più caldo,è possibile mangiare all'aperto in tutta tranquillità in quanto la vietta non è per niente caotica.
Godetevi il pranzo o la cena lontano dai clamori di Rembrandtplein!
Complimenti a questi ragazzi,se lo meritano.

Alcuni di loro parlano anche un olandese perfetto,oltre all'inglese,naturalmente,lingua che ad Amsterdam è parlata da tutta la popolazione.
Fin dall'infanzia i bambini sono infatti abituati a studiare inglese ed i programmi alla tv sono trasmessi sia in olandese che in inglese.
Anche nei cinema e nei teatri viene caldamente promosso l'uso della doppia lingua straniera.
Necessaria la prenotazione da Eatmosfera in quanto il ristorante è gettonassimo!
Molto amato dai locali,dagli italiani ma anche dai turisti di tutto il mondo!
Come sempre,vi consiglio di dare un'occhiata al menù online del ristorante:
il sito è aggiornatissimo e consente anche di prenotare.
Eatmosfera è anche super tecnologico e al passo con i tempi,non solo per quanto riguarda la cucina!
Eatmosfera in Korte Reguliersdwarsstraat 8: cucina italiana di livello!!

venerdì 15 gennaio 2016

Triana,l'anima di Siviglia

Quando siamo arrivati a Siviglia la prima cosa che ci ha detto la ragazza della reception di "Apartamentos Puerta Catedral"è stata:
"Se volete respirare la vera anima della città,le mete meno turistiche,ma più vere,attraversate il ponte ed andate a Triana."
Nel XIII secolo,per decreto reale,i Gitani si stabilirono sulla riva destra del fiume Guadalquivir:molto presto,furono raggiunti da marinai ed artigiani.
E' grazie a loro se ancora oggi il quartiere di Triana conserva una tradizione popolare e genuina,ibrida,culla del flamenco e di toreri illustri.
Oggi  si è "imborghesita",ma conserva ancora la sua anima di periferia e resta il fulcro di un incessante turbinio culturale.
Davanti a Triana si erge El Arenal,antico porto in secca che ospita le sue splendide Arene (Plaza de Toros),l'Ospedale della Caridad,
la Magdalena(chiesa-museo in cui il barocco raggiunge la perfezione,
splendidi gli azulejos sulla cupola) e la Torre dell'Oro.
Abbastanza vicino si trova anche l'immensa Alameda de Hercules,centro di raduno di ragazzi alternativi,dove potete trovare negozi trendy e locali fuori dal comune.
Più a Nord,il celebre quartiere della Macarena ospita nella sua imponente Basilica la Madonna più venerata della città:anche qui nasce l'anima popolare di Siviglia.
Le sue stradine sono un concatenarsi ingemmato di meraviglie:
chiese gotico-mudejar,santuari barocchi come San Luis,monasteri dove bussare per acquistare i dolci zuccherati preparati dalle monache.
Calle Feria,con le sue piccole botteghe ed il mercato popolare,è di certo la più animata.
Per molto tempo Triana è stata collegata a Siviglia unicamente da un ponte di barche:da qui il carattere popolare di questo barrio.
In Calle Betis troverete un meraviglioso susseguirsi di caffè all'aperto 
ed essa costituisce il punto massimo di animazione:dalle più tranquille stradine laterali è invece possibile lasciarsi ammaliare dalle note di flamenco.
Triana era considerata la "riva sbagliata del fiume",covo di vizio,violenza,sporco e pericoloso perchè abitato da Gitani:ora è uno dei punti caldi della movida bohèmienne sivigliana.
Le notti a Siviglia sono lunghe e piacevoli ed il clima temperato durante tutto l'anno la rende ancora più godibile: è bellissimo sorseggiare una sangria o un buon tinto in uno dei tantissimi ristorantini che si affacciano sul fiume Guadalquivir e vedere la città tutta illuminata!
Come vi ho già detto,la prima cosa da fare arrivati in città è cambiare l'orologio biologico:nessun sivigliano mangia prima delle 14:30/15:00 o prima delle 22:30!!
L'affluenza di turisti permette di potersi sedere e consumare qualcosa un pochino prima,ma ricordatevi che i ristoranti aprono in genere molto tardi.
La Taberna del Alabaldero si trova all'interno di un meraviglioso palazzo ottocentesco rilevato dalla scuola alberghiera:è stato trasformato in un complesso spagnolo per eccellenza,che propone sala da tè,reparto di gastronomia,rosticceria,bistrot,ristorante e hotel di lusso.
Al piano terra trovate un menù dal prezzo fisso più abbordabile,mentre al primo piano un ristorante di un certo livello.
Vengono presentati prodotti della cucina spagnola e mediterranea e la qualità delle materie prime si evince subito dal primo boccone.
Come sempre,è bene spingersi un po' più all'interno di un quartiere ed evitare le location troppo turistiche che promettono menù costruiti a prezzi stracciati.
Una delle cose che più mi faranno ricordare Siviglia è il pescado fritto:
panature indescrivibili,una vera e propria goduria per tutti e cinque i sensi.
Che bontà,ragazzi!
Vi consiglio la Freiduria Reina Victoria:localino spartano dove consumare o portare via ottimo pesce fritto al cartoccio.
Sempre stracolmo di gente del posto,offre una grande varietà di pesce fresco,fritto oppure su tapas.
A conduzione familiare,i proprietari sono gentilissimi e simpaticissimi e sarà per loro un piacere consigliarvi il pescado del giorno!
Ottimi anche il vino e la birra della casa.
Pausa golosa eccezionale.
Un Tapas Bar molto alla buona,frequentato dai sivigliani,che offre tapas da leccarsi i baffi,dai sapori semplici ed autentici a prezzi irrisori è 
Las Golondrinas 2,sempre in zona Triana.
Nella maggior parte dei casi comunque,ho avuto modo di notare che i 
Tapas Bar sono quasi tutti sempre pieni:fate attenzione e se notate che nel locale bazzica gente del posto,non siate timidi e buttatevi.
Sicuramente siete nel posto giusto ed avrete modo di gustare qualcosa di particolarmente buono e sarà impossibile non intavolare una bella chiacchierata con qualche sivigliano doc!
I consigli delle persone del luogo sono sempre preziosissimi,ascoltateli!
Un altro posticino che ci ha molto colpito e che abbiamo frequentato durante la nostra vacanza a Siviglia è stato il Mercado Lonja del Barranco,vicinissimo al ponte che conduce a Triana:il ponte di Triana,appunto.
Durante il giorno è affollato:all'interno ci sono pochi posti a sedere,ma è organizzato un po' come il Mercado di San Miguel a Madrid.
Ognuno possiede il suo spazio,ognuno offre i suoi prodotti al banco e potete trovare di tutto:pescato del giorno,ostriche,champagne,tapas semplici o dai sapori più ricercati,frutta,verdura,dolci,tortillas e tante altre ghiottonerie.
Non è economico,ma la genuinità,la qualità e la freschezza dei prodotti vale la spesa!
All'esterno si trovano tavolini e tavoloni dove è possibile sedersi e durante la bella stagione ci sono spettacoli live di musica:ammirare da qui Siviglia di notte non ha prezzo!
La passeggiata nella nuova zona pedonale sotto il ponte è ancora più romantica!


Un'alternativa ai Tapas Bar,in voga soprattutto tra i giovani,è data dai panini della catena sparsa in tutta Siviglia i "100 Montaditos".
Ho scoperto che ha da poco aperto i battenti anche a Milano e Roma.
La nostra prima volta è stata allucinante,perchè non conoscendo lo spagnolo ci abbiamo messo un po' a capire bene il funzionamento delle ordinazioni del locale,ma non fatevi scoraggiare,perchè i panini sono gustosissimi ed il personale molto affabile!!
Su ogni tavolino si trovano il menù,con la scelta di ben 100 panini diversi,anche per quanto concerne le dimensioni,carta e penna
 per l'ordinazione.
Potete ordinarne quanti ne volete:con lo jamon iberico,con il baccalà,con la tortillas di patate,con i calamari,formaggio,pollo,verdure....la selezione degli ingredienti è prettamente spagnola,con pane fatto in casa ancora caldo.
Vasta scelta di insalate e anche di montaditos (panini,appunto!)dolci!
Una volta che avete scelto cosa mangiare e cosa bere consegnate la vostra ordinazione alla cassa,pagate,dite il vostro nome ed aspettate.
Le bevande vi saranno consegnate subito.
La Cerveza e la sangria vanno per la maggiore,naturalmente!
Quando il vostro ordine sarà pronto per la consegna,vi chiameranno dalla cucina con l'altoparlante e potrete andare a ritirare la vostra pappa!
Comodo,pratico,velocissimo,gustosissimo e soprattutto economicissimo,con ingredienti goderecci!!
Abbiamo provato 100 montaditos nei locali davanti all'Università di Siviglia
 e nel quartiere di Triana:stessa formula e risultato più che buono!
La zona intorno all'Università è colma di Tapas Bar e ristoranti dove fermarsi per una sosta:è bello osservare il via vai di turisti,studenti e residenti mentre ci si riposa dalle fatiche della giornata!
Spingetevi fino alla celeberrima Plaza de Espana:si tratta di un palazzo ad emiciclo in stile neorinascimentale fiancheggiato da due torri enormi che danno accesso a gallerie dominate da azulejos dedicati a tutte le province del paese.
Qui si trova anche un piccolo canale,percorribile in barca e diversi ponticelli colorati.
Piazza molto coreografica!
In Ottobre faceva così caldo che ci è stato quasi impossibile godercela con calma:la piazza di Spagna si trova completamente al sole.
Non oso immaginare come possa essere infuocata durante i mesi estivi,
dove le temperature a Siviglia toccano anche i 45°!!
Per quanto riguarda il flamenco,molti sivigliani ci hanno consigliato di restare proprio a Triana per godere di uno spettacolo vero e fuori dagli itinerari turistici.
Lo Nuestro,in Calle Betis,è famosissimo per aver ospitato performance con i migliori ballerini del mondo:lo show di flamenco è qualcosa di molto intenso e passionale,può piacere o non piacere,ma di certo non lascia indifferenti.
Lamento d'amore,di dolore,di rabbia o talvolta di felicità,il flamenco è una danza di grande virtuosismo,raccolto soprattutto nel movimento del corpo 
e nell'espressività del volto,in cui ogni piccolo,banale gesto comunica un sentimento.
Non può esserci viaggio in Andalusia senza un assaggio di flamenco:qui non si tratta di una semplice danza,poichè le sue radici tramandate dai gitani rendono questo spettacolo culturalmente importante.
Nei tantissimi tablaos,locali specializzati nelle esibizioni di flamenco,
i ballerini con i loro tacchi sapranno incantarvi ed il suono della chitarra classica,unito al canto roco e melanconico del cantor vi trasporterà in un'altra dimensione.
Ricordatevi di prenotare:gli show sono sempre affollatissimi.
Impossibile resistere al fascino della moda flamenca:maniche a campana e volant,abiti a pois,scarpe con tacchi e cinturino,ventagli dai colori sgargianti,con grandi fiori dipinti a mano e scialli dai colori vivaci fanno bella mostra di se nei negozi della città.
Questi abiti vengono utilizzati dai sivigliani soprattutto durante le ferias,le feste tradizionali andaluse.
Nel quartiere di Triana ci si imbatte anche in numerosi laboratori e negozi di ceramica:piastrelle ornamentali coloratissime,vasi,piatti,brocche ed utensili per la cucina.
Tutto decorato a mano,con incredibile maestria:è bellissimo ammirare quest'arte nei laboratori e vi assicuro che le creazioni degli artigiani vi lasceranno a bocca aperta.
Le stoviglie (piatti,bicchieri,boccali e pentola in terracotta)si possono acquistare a buon prezzo anche nei mercatini sparsi per la città.
Carino il Mercadillo de la Plaza del Cabildo:questa piazzetta semicircolare è davvero molto suggestiva ed è possibile curiosare tra bancarelle di antiquariato sotto le arcate,per immergersi,ancora una volta,nel cuore più autentico di Siviglia.